Mercato immobilairePXgroupTrend

L’immobiliare e le caratteristiche dei portali di annunci online

By Ottobre 21, 2020 No Comments

Quando ci si appresta ad acquistare o affittare un immobile, la prima azione che oggi generalmente si compie è farsi un’idea con una ricognizione panoramica del mercato online. Poiché però i siti dedicati presentano impostazioni diversificate e offrono servizi differenti, per rendere più chiaro questo complesso scenario lo schematizzeremo in tre frazioni più o meno omogenee.

La prima è composta dai siti generati direttamente da ciascuna agenzia immobiliare territoriale o da reti di agenzie affiliate a un’unica impresa (come per esempio Tempocasa, Tecnorete, Retecasa, Professionecasa, Tecnocasa, Re/Max, Gabetti). In tempi più recenti sono comparse online anche associazioni di agenzie di diversa provenienza (per esempio Rete Agenzie Immobiliari). Caratteristiche di questo insieme sono una certa coerenza tra le proposte e la garanzia di un agente di mediazione abilitato che opera dietro vetrine su strada.

Il secondo raggruppamento, apparso più tardi rispetto al precedente, è composto da portali che operano unicamente online e raccolgono annunci provenienti da fonti disparate, dunque singole agenzie o reti di agenzie, imprese di costruzione nonché privati, e rimandano all’inserzionista inserendone i dati di contatto. Ne esistono “a ricerca orizzontale” o “a ricerca verticale”. In quelli a ricerca orizzontale sono presenti tutti i tipi di immobile (residenziale, commerciale, ufficio ecc., selezionabili tramite menu). Per fare solo alcuni tra i nomi più conosciuti a livello nazionale citiamo immobiliare.it, idealista.it, Casa.it, wikicasa.it, TrovaCasa.net, Casaclick.it, CercaCasa.it, Case24.it, ai quali si aggiungano anche alcuni portali generalisti di vendita, tra cui Subito.it, Kijiji.it e Bakeca.it, nei quali la ricerca immobiliare è solo una sezione. I siti che invece abbiamo chiamato a ricerca verticale sono specializzati in un determinato settore: per fare qualche esempio, immobilimpresa.net e commerciale.it raccolgono annunci inerenti capannoni, alberghi e altri immobili commerciali; su it.luxuryestate.com o luxforsale.it troverete unicamente residenze di prestigio; romanichouses.com, con le sue agenzie in partenariato, propone ville, tenute e casali in campagna, castelli e dimore storiche.

Un’ulteriore evoluzione ricollegabile a questo blocco, a mezza via tra il sito online “orizzontale” e l’agenzia tradizionale su strada, è il cosiddetto brokerage, ovverosia agenzie immobiliari virtuali che ospitano annunci di agenti/consulenti affiliati che operano sul territorio e fanno seguire alla proposta nel web una consulenza a tutto campo (online estate agents). Una modalità snella, che abbatte i costi del venditore e assicura allo stesso tempo la presenza qualificata di un mediatore, che rimane la soluzione migliore per chi non è esperto del mercato immobiliare. D’altra parte un italiano su due continua a preferire il contatto con un agente immobiliare per vendere o acquistare un immobile (fonte: “Il ruolo dell’agente immobiliare”, report 2019 di Nomisma per conto di Fimaa-Confcommercio). Operano in questa direzione Homstate, Homepanda, RockAgent, Agencasa, Housefy, Dove.it, Gromia, Immo-neo, Skycasa (per saperne di più rimandiamo all’articolo Vendere casa su internet abbatte i costi, “Il Sole 24 Ore”, 28/6/2020).

La terza frazione, infine, è costituita dai siti di compravendita tra privati, impostati in maniera particolarmente chiara e intuitiva: CasaDaPrivato.it è senza dubbio tra i più noti, dedicato esclusivamente al “no agenzie” e con inserimento gratuito degli annunci; Clickcase.it, oltre a pubblicizzare vendite e affitti, offre anche preventivi gratuiti per servizi e prodotti per la casa; Homepal.it si rivolge ai privati ma la gestione dell’immobile proposto ha il supporto fisico dell’immobiliare Homepal Re, che non chiede esclusiva né costi di mediazione per chi vende o affitta. Si inseriscono in questo insieme anche i già citati portali generalisti (Subito.it, Kijiji.it, Bakeca.it), nei quali la compravendita tra privati costituisce una sottosezione della ricerca immobiliare.

Giovanni Perani


Govanni Perani

Author Govanni Perani

More posts by Govanni Perani

Leave a Reply

Language